Unit 9.1

Raddoppiamento fonosintattico

Download Download eBook Download ebook

Introduction

Il raddoppiamento fonosintattico è un fenomeno proprio dell’italiano parlato, mediante il quale si raddoppia la consonante iniziale di una parola.

Form

Nella frase “vado a casa” si pronunciano le parole come se fossero tutte unite, e cioè si pronuncia come doppia la consonante iniziale della seconda parola: vado accasa.

Ovviamente, un caso come questo non può essere segnalato nella grafia, ma ci sono alcune parole che si scrivono unite, come appena, cosiddetto, eccome, evviva, lassù, sennò, etc., e i composti di “contra-“ (contraddire, contraffare, etc.) e “sopra-“ (sopracciglia, sopralluogo, etc.), che ormai fanno parte del vocabolario italiano.

Ma vediamo i casi più particolari.

Example

  1. non so che fare → non soccheffare;
    detto tra noi → detto trannoi;
    sto bene →  stobbene.
  2. dove vai →  dovevvai;
    come stai →  comesstai.
  3. caffè caldo →  caffeccaldo;
    perché mai →  perchemmai.

Use

Il fenomeno del raddoppiamento fonosintattico avviene principalmente:

  1. dopo i monosillabi a, blu, che, chi, da, dà, do, è, fa, fra, fu, già, ho, ha, ma, me, né, qua, qui, re, sa, se, sì, so, sta, sto, su, tra, tre, tu, va e pochi altri;
  2. dopo le parole come, sopra, dove, qualche;
  3. dopo le parole tronche, cioè che finiscono con l’accento.

 

 

Books4Languages feedback

License

Italian Orthography B2 Level Copyright © 2018 by books4languages. All Rights Reserved.

Copy link