Unit 10.1

L’apocope

Download Download eBook Download ebook

Introduction

L’apocope (o “troncamento”) consiste nella caduta di una vocale o di una sillaba alla fine di una parola.

Form

L’apocope si usa, come l’apostrofo, per evitare che un suono risulti difficile da articolare.
Di solito non è rappresentata da nessun segno grafico; solo in pochi casi si indica con l’apostrofo e per questo, decidere tra un’elisione e un troncamento a volte potrebbe creare dubbi a livello ortografico: la differenza è che l’apocope non richiede sempre l’apostrofo (tranne in pochi casi), mentre nell’elisione è obbligatorio. Inoltre l’elisione si ha solo davanti a vocale, mentre l’apocope no.

Example

Apocope con apostrofo:

  1. Vorrei un po(poco) di pane.
  2. Da (dai) un bacio a alla mamma.
  3. Dia Marco di fare veloce.
  4. Fa(fai) presto.
  5. Sta (stai) fermo.
  6. Va (vai) avanti tu.

Apocope senza apostrofo:

  1. un cane, alcun dubbio, nessun disturbo;
  2. ben tornato, buon appetito, gran fatica;
  3. un bel bambino, San Pietro, quel libro;
  4. il signor Maggi, il professor Tavoni, il dottor Rossi, l’ingegner Valli, fra Martino, suor Paola.

Use

L’apocope con apostrofo si ha con:

  1. po’ (apocope di “poco”);
  2. – 6. nell’ imperativo dei verbi “dare”, “dire”, “fare”, “stare” e “andare”.

L’apocope senza apostrofo, invece, si ha con:

  1. uno, alcuno, nessuno, qualcuno;
  2. bene, buono, grande;
  3. bello, santo e quello, ma soltanto davanti a parole maschili singolari che iniziano con una consonante;
  4. signore, professore, dottore, ingegnere, frate, suora.

 

Books4Languages feedback

License

Italian Orthography B1 Level Copyright © 2018 by books4languages. All Rights Reserved.