Unit 11.1

Condizionale Passato dei Verbi Regolari

Introduction

Il modo condizionale si usa per indicare un’azione che può avvenire se si avverano determinate condizioni. Esso ha due tempi: presente e passato.

Il condizionale passato del verbo viene utilizzato per indicare un desiderio o un dubbio riguardanti il passato, oppure per riferirsi a un’azione futura rispetto a un fatto espresso al passato.

Form

Il condizionale passato di tutti i verbi si forma con il condizionale presente del verbo ausiliare seguito dal participio passato del verbo da formare:

PERS. AMARE PRENDERE FINIRE
Io avrei amato avrei preso avrei finito
Tu avresti amato avresti preso avresti finito
Lui avrebbe amato avrebbe preso avrebbe finito
Noi avremmo amato avremmo preso avremmo finito
Voi avreste amato avreste preso avreste finito
Loro avrebbero amato avrebbero preso avrebbero finito

Example

  • Non pensavo che avrei amato di nuovo.
  • Emma avrebbe amato questa città.
  • Io avrei preso volentieri il treno, ma gli altri hanno preferito andare in macchina.
  • Mi hanno detto che avrebbero preso in affitto una casa al mare per quest’estate.
  • Non credevamo che Anna avrebbe finito in tempo per raggiungerci.
  • Con un minimo di impegno in più avreste finito già da un po’.

Use

Il condizionale passato si usa per esprimere:

  • Un desiderio, una volontà o un dubbio riferiti al passato;
  • Una notizia smentita dai fatti o una supposizione (utilizzato in genere alla 3ª persona, soprattutto nel linguaggio dei giornali, quando non si è sicuri della notizia);
  • Un’opinione, un consiglio al passato;
  • Un fatto che poteva realizzarsi nel passato, ma non è stato possibile perché non c’erano le condizioni necessarie alla sua realizzazione(periodo ipotetico di 3º tipo);
  • Un’azione o situazione irreale (in un periodo ipotetico).

Viene principalemente utilizzato quando il verbo della reggente è al passato nelle seguenti frasi subordinate:

  • In frasi soggettive, introdotte da espressioni come sembrare che o parere che;
  • In frasi oggettive, introdotte da verbi come dire, pensare o credere, seguiti da che;
  • In frasi dubitative, introdotte dal verbo sapere seguito da se;
  • Nelle interrogative indirette, per esprimere eventualità, potenzialità;
  • Nelle frasi dipendenti argomentali,(che esprimono l’argomento di cui si sta parlando), in cui ha valore di futuro nel passato, ovvero indica un’azione successiva a un evento passato;
  • In frasi causali, consecutive, temporali, comparative, limitative e concessive.

Exercises


The exercises are not created yet. If you would like to get involve with their creation, be a contributor.



Translations

License